News Eventi

Jivamukti XL special class 15 giugno
15/06/2019 - Yoga
Data evento: 15/06/2019

Due ore (come sempre qualcosa di più) di pratica e condivisione con Benedetta Genuardi.

om. asato mā sad gamaya tamaso mā jyotir gamaya, mṛtyor mā amṛtaṁ gamaya. oṁ śāntiḥ śāntiḥ śāntiḥ.

Guidami dall’irreale al reale, dall’oscurità alla luce, dalla morte all’immortalità. Om pace, pace, pace.

Vi Giuseppe Acerbi 38 (metro B Piramide)
Dalle 18:00 alle 20:00

Costo 20€
(Necessaria tessera associativa 5€)

A seguire cena e proiezione in terrazza del film documentario sulla cuoca e monaca Koreana Jeong Kwan (costo 15€)
https://youtu.be/X3KIDY8JN3U

Class + cena 30€

PER PRENOTARSI DOPO ESSERSI REGISTRATI e SOTTOSCRITTO TESSERA ANNUALE

INFO e PRENOTAZIONI:
Info@yogayur.it - 3803270932


Focus:
Lo scopo di prakriti- e la funzione dell’intera Natura- è di darci la sua esperienza, di aiutarci ad avere la corretta relazione con tutto. Dovremmo imparare ad avere un rapporto corretto con il mondo naturale e materiale. Prendiamo il fuoco,per esempio. Il fuoco è bello; ci riscalda durante l’inverno. Anche solo per questo dovremmo dire: “Oh fuoco, mi stai riscaldando” e poi andare ad abbracciarlo? Se iniziassimo ad abbracciarlo ci brucerebbe, probabilmente moriremmo. Se ci bruciasse diremmo: “Oh ti odio fuoco, stai bruciando tutti, non voglio neanche avvicinarmi a te”. Poi se te ne vai che succede? Ti congeli. Perciò la relazione che ognuno di noi dovrebbe sviluppare con Prakriti è: non andare troppo vicino da poter abbracciare e non allontanarti troppo da rimane congelato: mantieni la debita distanza. Questa analogia di abbracciare e andare via è quello che Patanjali chiama raga e dvesha (attaccamento a ciò che ci piace,avversione verso ciò che non ci piace). Ti piace qualcosa? Vuoi abbracciarlo. Non ti piace qualcosa? Lo respingi. Quindi vai oltre questi raga/dvesha, trova quello spazio neutro:”Se c’è,bene. Se non c’è,benissimo.”
Non cercare cose per renderti felice che quando se ne vanno ti rendono infelice. Invece sii consapevole che tu sei gioia. Semplicemente sperimenta la tua vera natura,la tua condizione naturale (secondo le antiche scritture),che è amore incodizionato,che è gioia,che è pace. Il terzo sutra dice :” Tada drastuh svarupe vasthanam” “Così il Veggente(l’Io) dimona nella Sua natura”. Questo significa “Aham Brahmasmi”. Io sono Quello, io sono beatitudine,io sono pace,questa è la mia vera natura. Non devo dipendere o allontanarmi da niente per essere felice. Tutto si riduce alla realizzazione della propria vera natura-che è estasi. Tutto il resto passa e se ne va come nuvole di passaggio. Nuvole bianche,nuvole nere,ma io sono il sole e splendo sempre.