News Eventi

Concerto e workshop Djelem do Mar
11/07/2019 - Yoga
Data evento: 11/07/2019

Djelem do Mar è l’accostamento di parole di etnie diverse: la prima romanì che significa “camminare”, “andare”, “viaggiare”, la seconda portoghese che significa “del mare”. Si attraversa il mare, il Mar Mediterraneo, storicamente luogo di scambi, di intrecci tra le popolazioni che su di esso si affacciavano, dando vita a nuovi linguaggi, nuove forme di espressione.

Un viaggio contaminato da linguaggi musicali che si fondono tra sonorità rom, yiddish, ritmi latini, melodie greche, basche, arabo flamenche e musica tradizionale italiana del centro sud Italia. Un percorso che si caratterizza come lavoro di rilettura della musica etno-popolare a due voci che in contrappunto raccontano le storie di diversi popoli.

PROGRAMMA:
18:00 WORKSHOP “CANTI ETNICI” di SARA MARINI e FABIA SALVUCCI

20:30 cena

21:00 CONCERTO

COSTO: (necessaria tessera associativa 5€)
Workshop 25€
Cena e concerto 20€
Workshop+cena e concerto 40€

LINK PER ISCRIVERSI DOPO ESSERSI REGISTRATI E AVER SOTTOSCRITTO TESSERA LIGHT

NECESSARIA PRENOTAZIONE A
+39 06 89346021 - +39 392 9417458
bistrot@yogayur.it

WORKSHOP “CANTI ETNICI” di SARA MARINI e FABIA SALVUCCI
Il workshop è aperto a chiunque abbia interesse ad avvicinarsi al canto popolare e alle sonorità etniche. Unici requisiti indispensabili: la curiosità e la voglia di mettersi in gioco con la propria voce. Non è necessario conoscere la musica, né avere competenze vocali.
La voce è uno strumento essenziale e libero, che risponde ad un’esigenza comunicativa primordiale. Il canto popolare, in particolare, è espressione di un sentire comune, di esperienze umane condivise, è una connessione diretta con le nostre radici e quindi con noi stessi.
Il workshop “Canti etnici” vuole essere un viaggio alla riscoperta delle radici musicali del nostro popolo, che più di ogni altro si è intrecciato con altre culture, per poi andare oltre i nostri confini, trattando alcuni brani di tradizione "estera".

Il workshop è così strutturato:

Si affronteranno esercizi di riscaldamento vocale e corporeo che mirano a prendere consapevolezza che ogni voce è uno strumento musicale di rara ricchezza pur se non si possiedono conoscenze musicali.

Poi ogni voce si unirà all’altra grazie ad esercizi di sviluppo di empatia fino ad arrivare quasi naturalmente all’armonizzazione di gruppo.

In ultimo si entrerà nel vivo del workshop scegliendo insieme tre brani di tradizione: il primo italiano, in un antico dialetto in via di estinzione (tra l'arbereshe del centro Italia, i dialetti occitani del nord o il griko dell’Italia del sud), e gli altri due tra i canti africani, bulgari, sefarditi, greci, catalani, ascoltandoli, capendone la provenienza, la storia, la trama raccontata e poi finalmente cantandoli insieme.